INFORMATIVA COOKIE: per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo cookies anche di terze parti, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Per saperne di piu'

Approvo

Come Funziona?

I calibri a luce Laser Aeroel della serie XLS utilizzano un Diodo Laser quale sorgente di luce monocromatica e coerente ad alta intensità, per generare un sottile fascio collimato sull'oggetto da misurare. Questo fascio viene deflesso a velocità costante da uno specchietto rotante posto nel fuoco di una lente in modo da farlo traslare parallelamente a sé stesso nella zona di misura. Durante il suo movimento nel campo di misura, il raggio laser intercetta l'oggetto da misurare e ne proietta l'ombra verso il ricevitore.

La durata dell'ombra è proporzionale alla dimensione trasversale del pezzo da misurare, mentre la durata della luce è correlata alla posizione dell'oggetto stesso nel campo di misura. Nel ricevitore, una lente raccoglie tutta la luce che proviene dal trasmettitore e la concentra su di un fotodiodo ad alta velocità. Il segnale del fotodiodo, dopo opportune manipolazioni, viene elaborato dal microprocessore che calcola i tempi di Luce / Ombra e ricava le misure di diametro e posizione. Anche altre quote, determinate da segmenti di ombra o di luce, possono essere misurate con grande precisione ed in frazioni di secondo: in qualsiasi caso in cui i bordi di una o più ombre possano rappresentare la dimensione da misurare, i calibri laser sono la soluzione ideale al problema di controllo.

In pratica lo strumento si compone di un trasmettitore che contiene il diodo laser ed il sistema ottico / meccanico per la scansione e di un ricevitore dove sono alloggiati il fotodiodo rivelatore e l'elettronica per l’elaborazione del segnale ottico. L'elettronica interna al calibro si compone di 4 schede, comuni a tutti i calibri Aeroel (sistema Unica)

 

schemaScheda 1: alimentatore

Scheda 2: driver motore e diodo laser

Scheda 3
: elaborazione segnale video e determinazione bordi Luce/Ombra (Edge Detecting)

Scheda 4
: CPU e comunicazioni

 

All'uscita della scheda 3 sono disponibili i segnali binari (impulsi) che, trasmessi ad un’unità elettronica Aeroel tipo CE-10 o IBU , permettono di calcolare il diametro e la posizione del pezzo. In tal caso l'elaborazione dei segnali viene effettuata dal microprocessore presente nell'unità elettronica esterna: i calibri XLS sono così compatibili a tutti gli effetti ai calibri ALS della precedente generazione. Le modalità di elaborazione dei segnali e le performance del calibro sono determinate dal software residente nella memoria EPROM dell'unità esterna.

La scheda 4, dotata di un proprio software residente in memoria Flash e riprogrammabile dall'esterno, consente l'elaborazione interna delle misurazioni e permette di utilizzare il calibro come un vero e proprio sensore intelligente: i risultati delle misurazioni sono trasmessi all'esterno attraverso le line di comunicazione Ethernet / Rs232 / Rs485. Le tipologie e le modalità di misura ed i protocolli di comunicazione, dipendendo essenzialmente dal software installato nel calibro, sono descritti nel manuale del Software.

SCHEMA DI FUNZIONAMENTO BIASSE


Logo UeLogo MinisteroFriuli venezia GiluliaFonfo SviluppoProgetto cofinanziato con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale del Programma Operativo Regionale del Friuli Venezia Giulia Obiettivo "Competitività Regionale e Occupazione" programmazione 2007/2013